Una bandiera arcobaleno per far dell’Italia un paese europeo!

Una bandiera arcobaleno per far dell’Italia un paese europeo!

Una bandiera arcobaleno sventolata davanti al Comune martedì 19 luglio ore 15 sarà il nostro modo di essere vicini a chi aderirà al sit in Piazza Mont...

Una bandiera arcobaleno sventolata davanti al Comune martedì 19 luglio ore 15 sarà il nostro modo di essere vicini a chi aderirà al sit in Piazza Montecitorio che si terrà in concomitanza con l’inizio della discussione in Parlamento della legge contro l’omofobia e la transfobia. Soprattutto dove è stata approvata una mozione contro l’omofobia questo gesto simboleggerà l’impegno per la battaglia per l’uguaglianza e la pari dignità di tutti i cittadini di questo Paese.‪Domani
la Camera dei Deputati dovrà esprimersi, con un voto, sulla proposta di Legge contro l’omofobia e la transfobia, ma, prima ancora, sulle pregiudiziali di costituzionalità al testo stesso, la cui approvazione rischia di bloccare l’iter di votazione della Legge.Le pregiudiziali di costituzionalità presentate alla Camera dai alcuni gruppi parlamentari contro la legge anti omofobia e transfobia costituiscono un vergognoso atto di discriminazione e di integralismo con le quali il Parlamento italiano si sottrae al suo dovere primario: porsi al servizio delle cittadine e dei cittadini, soprattutto,come in questo caso, di quelli per i quali la Costituzione impone, all’articolo 3, la rimozione degli ostacoli al conseguimento di una piena ed autentica eguaglianza e libertà.In  esse si  afferma che l’introduzione di un’aggravante è inutile perché già ricompresa nel codice penale (motivi abbietti e futili) e che addirittura tale proposta di legge introdurrebbe una violazione del principio di uguaglianza, con un’aggravante solo per omosessuali/transessuali, e una violazione del principio di tassatività.Tutto FALSO. L’aggravante dei motivi abbietti e futili è cosa ben distinta e diversa da quella oggi in discussione e non risulta che sia mai stata applicata nei casi di reati commessi per motivi di omofobia o transfobia. Una specifica e distinta previsione normativa, invece, rappresenta la chiara espressione della volontà, da parte del legislatore, di biasimare e condannare questi comportamenti criminosi. Il Parlamento si assuma la responsabilità di dire espressamente se intende condannare le persecuzioni nei confronti delle persone omosessuali e transessuali.La tutela, anche dal punto di vista penale, delle persone Lgbt è oramai patrimonio di gran parte dei paesi occidentali; l’Italia da che parte del mondo sta?Con queste pregiudiziali il Parlamento italiano rischia di commettere  un’ulteriore violenza contro le molte persone omosessuali e transessuali vittime di numerosissimi casi di bullismo, aggressione, violenza e discriminazione.Aiutiamoci tutti e tutte  a  cambiare l’Italia per farne un Paese europeo.

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0