Suvignano non si vende

Suvignano non si vende

La vendita dei beni confiscati alla mafia non è una buona soluzione, nonostante quello che sembri: in primo luogo sono alte le possibilità che essi to...

La vendita dei beni confiscati alla mafia non è una buona soluzione, nonostante quello che sembri: in primo luogo sono alte le possibilità che essi tornino nelle mani della criminalità organizzata, attraverso prestanome; in secondo luogo la vendita sancisce per il mafioso la sconfitta dello stato, che non è in grado di gestire e riutilizzare un bene che prima produceva, e dopo il sequestro smette di essere utilizzato.

Per sostenere il nostro punto di vista e mettere in guardia l’opinione pubblica dalle conseguenze di un’azione tanto drastica, abbiamo partecipato alla manifestazione contro la vendita di Suvignano, tenuta della campagna toscana che lo Stato sembra non essere in grado di gestire e che preferisce quindi vendere. Ma Suvignano non si vende. Deve anzi diventare un luogo di legalità stretto nelle mani dei cittadini.

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0