SALVIAMO IL PD TOSCANA Appello al Segretario Nazionale

SALVIAMO IL PD TOSCANA Appello al Segretario Nazionale

Caro Segretario, L’impegno della nostra generazione è iniziato nel PD, una casa che in tanti abbiamo costruito negli anni e a cui vogliamo bene....

Caro Segretario,

L’impegno della nostra generazione è iniziato nel PD, una casa che in tanti abbiamo costruito negli anni e a cui vogliamo bene. Siamo in tanti ad aver iniziato così: dalle assemblee nelle scuole e nelle università, alle feste de l’Unità, abbiamo trovato nel Partito Democratico un luogo di impegno, discussione. Una comunità viva, specie in territori come la Toscana, pieni di storia, tradizioni e valori per la sinistra. Quella “Toscana Rossa” che oggi non esiste più.

Negli ultimi anni nella nostra Regione, senza che si trovasse mai modo di discuterne fino in fondo o nel merito, abbiamo perso Livorno, Pistoia, Arezzo, Grosseto, Pisa, Siena, Massa, Carrara, solo per citare i capoluoghi di provincia.

Il Pd, che ha perso forza, militanti e relazioni, oggi, dopo tante sconfitte, organizza il congresso regionale. Dopo la disfatta degli ultimi anni, in cui si è parlato troppo di nomi e correnti, frequentando più i social network che i luoghi vivi delle nostre comunità, speravamo che finalmente ci fosse quel momento di riflessione e rilancio necessario. Invece no. Il congresso rischia di trasformarsi ancora una volta in una lotta tra correnti, con la discussione chiusa tra il 10 di settembre, la data di presentazione delle candidature, ed il 14 ottobre, la data scelta per le primarie.

Un disastro. L’ennesimo schiaffo in faccia a quella militanza genuina che da mesi sperava in un confronto sul futuro della nostra Regione: sulle grandi opere, sull’ambiente, sul lavoro, su come intraprendere la via di uno sviluppo di qualità, sulla riforma della sanità, sulle criticità da affrontare in fondo alla legislatura e sui tanti problemi che interessano cittadini, simpatizzanti, iscritti e amministratori.

Il congresso poteva essere il modo per ascoltarli, tessere nuovamente rapporti e reti con pezzi di società che negli anni si sono allontanati, ricostruire identità e proposte di un partito che, invece, ancora una volta rischia di essere vittima dell’ennesima conta interna, non riuscendo a spalancare porte e finestre ad una società toscana con cui dobbiamo ritornare in sintonia.

Di fronte ad un clima sociale senza precedenti e ad un vento “di destra” che soffia sempre più forte, diventando pericoloso, rischiamo che questa sia, per il PD toscano, l’ultima chiamata prima di comunali ed europee del prossimo anno e delle regionali del 2020. Sfide cruciali in cui dovremo essere pronti a tornare protagonisti nei livelli locali che già da tempo ci vedono continuamente sconfitti e isolati.

PER QUESTO TI CHIEDIAMO DI INTERVENIRE, per posticipare un congresso che non ha ragione di essere celebrato così in fretta, se non per la voglia di cambiare tutto, perché niente cambi.

Col rischio che resti davvero poco da salvare.

Giovani Democratici Toscana

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0