“Il mio PD”

“Il mio PD”

UNO, NESSUNO, CENTOMILA PD. Questa è l’accusa che ci viene mossa spesso. Stasera ho voglia di ribadire qualche concetto; quando c’è troppo...

pdUNO, NESSUNO, CENTOMILA PD. Questa è l’accusa che ci viene mossa spesso. Stasera ho voglia di ribadire qualche concetto; quando c’è troppo fumo si rischia se no di perdere l’orientamento.

Il mio PD è quello di chi pensa che fare politica è un valore civile, quello di chi sogna un mondo dove i diritti (alla felicità, al lavoro, alla dignità) siano estesi al maggior numero di persone possibili, è quello delle feste dove i volontari non sono pagati niente ma lavorano la sera quasi le stesse ore che il giorno al lavoro ordinario, è quello di chi dà valore all’altro e alle opinioni diverse, è quello di chi va a vedere Renzi anche se tifa Civati e di chi va ad ascoltare D’Alema anche se tifa Renzi,perchè pensa che un partito non sia una partita (scusate il gioco di parole) di calcio con due squadre in campo e tutti gli altri sulle gradinate, ma che sia elaborazione, fusione, ragionamento, scambio di idee e pensieri, è quello di chi prova a capire, a dialogare, a lavorare per qualcosa che ancora non esiste ma che ha in mente. è quello di chi pensa che se la vita di tutti migliora, migliora anche la propria. il mio pd è il fuoco passionale che vedo negli occhi dei miei compagni di partito tutte le volte che si infuriano per un tema che sta loro a cuore; è quello del mio amico MAO,che ho visto tremare di rabbia per difendere una sua idea di giustizia e di democrazia, è quello dei mio amico MAFFI, cattolico, che difende a spada tratta testamento biologico e coppie di fatto, è infatti il PD di chi pensa che i valori del Vangelo della solidarietà e dell’amore per l’altro siano valori universali (a prescindere poi da fede o anticlericalismo). il mio PD è quello di ZEMI che, nonostante l’età e l’esperienza lunga, ha la voce rotta dalla commozione e della rabbia quando capisce che le idee per cui ha fatto volontariato una vita sono considerate da alcuni appendici di cui fare a meno. Il mio PD è quello di BUDI che non si arrabbia mai, ma che quanto raggiunge il limite del tollerabile sbotta. Il mio PD è che quando ti guardo in faccia non ho niente da nascondere. Il mio PD è compromesso senza svendita. Il mio PD è quello di chi ha voglia di romanticismo in una sera in cui di romantico non c’è stato proprio niente, è quello di chi è attaccatto alla realtà tanto quanto ai sogni, perché crede intimamente che un cambiamento sia possibile. Questo è il mio PD e me lo tengo stretto perché so quanto vale.

Elisa Tozzetti

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0