Microcredito: siamo sulla buona strada

Microcredito: siamo sulla buona strada

Qualche giorno fa la CGIL ha annunciato sul suo sito che in Toscana partirà un progetto, sostenuto da regione e sindacati, di micro-finanziamento unic...

Qualche giorno fa la CGIL ha annunciato sul suo sito che in Toscana partirà un progetto, sostenuto da regione e sindacati, di micro-finanziamento unico in Italia. Ma di cosa si tratta?
L’idea è semplice: sostenere soggetti come le piccole e piccolissime imprese attraverso strumenti differenti da quelli tradizionalmente messi a disposizione dalle banche. In pratica il Microcredito è costituito da prestiti di piccola entità, a bassi tassi di interesse , concessi, anche in assenza di particolari garanzie, a soggetti svantaggiati o in difficoltà economica.
La Treccani dà un più ampio inquadramento del tema; comunque, ciò che è fondamentale conoscere, è che il 95% delle imprese italiane (per un totale di  4.100.000 imprese) ha meno di 10 dipendenti e rientra nel potenziale pubblico di questa tipologia di finanziamento.
C’è il rischio che prossimamente il Microcredito diventi peggio del prezzemolo e venga citato solo per sembrare alternativi: bisogna stare attenti a non parlarne a sproposito.
Detto questo, di soggetti che ne sanno sul tema non ne mancano: c’è tutto un mondo che gira attorno al Microcredito nonostante la poca legislazione sul tema. Troviamo “L’Ente Nazionale del Microcredito” , la “Rete Italiana della Microfinanza” e moltissimi soggetti privati sia no-profit sia legate al credito “etico”.

La crisi è dura da sorpassare se lo Stato non può spendere soldi per creare lavoro e se le banche sono terrorizzate a dare fiducia ai privati; è per questo che strumenti “Mi” possono aiutare a sbloccare la situazione.
La nota della CGIL è rassicurante soprattutto perché annuncia un provvedimento a sostegno del ramo delle partite iva, dei lavoratori autonomi, di soggetti cioè che sono stati esclusi dal provvedimento degli 80€ e che ultimamente vengono presi un po’ troppo come capro espiatorio.
Garanzia Giovani e Microcredito: dovremmo essere sulla buona strada.
P.S. Avete visto che con l’articolo della settimana scorsa? Abbiamo battuto sul tempo anche Roberto Saviano.

Michele Ceraolo,
responsabile lavoro dei Giovani Democratici Toscana

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0