CAMPAGNA CONTRO OMOFOBIA: ANCHE A SIENA MOZIONE CONTRO LA VIOLENZA E LE DISCRIMINAZIONI!

CAMPAGNA CONTRO OMOFOBIA: ANCHE A SIENA MOZIONE CONTRO LA VIOLENZA E LE DISCRIMINAZIONI!

Il Comune di Siena si è schierato ,approvando in data 21 luglio 2011, una mozione a favore della tolleranza e dei diritti civili, sposando la causa de...

no omofobiaIl Comune di Siena si è schierato ,approvando in data 21 luglio 2011, una mozione a favore della tolleranza e
dei diritti civili, sposando la causa della lotta alla discriminazione.
Conquesto documento infatti, che recepisce le idee che ormai stanno muovendo tutta l’Italia e che
mirano ad ottenere l’emanazione di una legge nazionale, il comune si impegna ad adottare iniziative utili a far
si che la giornata mondiale contro l’omofobia abbia nel Comune di Siena un’adeguata risonanza e
veda il massimo coinvolgimento delle istituzioni regionali; a promuovere, anche in coordinamento
con le associazioni e gli organismi operanti nel settore, iniziative destinate a sensibilizzare
l’opinione pubblica verso la cultura delle differenze, la prevenzione e la condanna degli
atteggiamenti e dei comportamenti di natura omofobica e transfobica;a promuovere interventi nella
scuola, in collaborazione con gli organismi istituzionali di competenza.
La mozione è frutto di un lavoro a quattro mani tra I Giovani Democratici di Siena e il Movimento Pansessuale Comitato
promotore ArciGay della città che hanno collaborato al fine di compiere questo primo passo che si
inserisce nella cornice della campagna per I diritti civili che I GD stanno portando avanti e che
prevede altri importanti traguardi come il registro delle unioni civili e a quello sul testamento
biologico. Perciò durante la Festa in Fortezza che si terrà a Siena e nelle varie occasioni interne al
Partito che seguiranno , continuerà la discussione su questi temi,che riteniamo fondamentali per il
pieno godimento dei diritti umani.
Tali temi sono una delle campagne che I Giovani Democratici
della Toscana stanno ormai portando avanti da tempo si tutti i territori, e questa tappa a Siena rappresenta un risultato
concreto.
Crediamo fermamente nell’abolizione di ogni differenza di genere razza o qualsiasi altra
sia, poichè I diritti civili devono essere estesi a tutti senza esclusioni,come afferma l’articolo 3 della
nostra costituzione,troppo spesso diasattesa, che dichiara: Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale
e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di
opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

Vogliamo quindi allargare i diritti di tutti: estendere la cittadinanza alle coppie di fatto, sia etero che omosessuali, che nel nostro
Paese sono 500.000, senza diritti, welfare, sicurezze.
Chiediamo una legge contro l’omofobia: la violenza omofoba è primitiva, come un Paese che non la combatte!

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0