Attacco al Priscilla di Torre del Lago: chiusura a mezzanotte, come Cenerentola!

Attacco al Priscilla di Torre del Lago: chiusura a mezzanotte, come Cenerentola!

Ordinanza di chiusura a mezzanotte per il “Priscilla”: locale storico della Marina, gestito con passione da Regina che è presidente del Consorzio turi...

priscilla reginaOrdinanza di chiusura a mezzanotte per il “Priscilla”: locale storico della Marina, gestito con passione da Regina che è presidente del Consorzio turistico “Friendly Versilia”, un altro attacco alla movida viareggina che rischia così di perdere uno dei suoi pezzi più pregiati.

Come Giovani Democratici della Toscana vogliamo affermare la nostra grande preoccupazione per le politiche ostruzionistiche che l’amministrazione comunale di destra di Viareggio sta attuando nei confronti dei vari locali di Torre del Lago, una delle poche località turistiche gay friendly italiane riconosciute a livello internazionale.

Esprimiamo solidarietà convinta agli imprenditori, ai lavoratori, ai frequentatori che a vario titolo e a vario livello sono danneggiati da queste politiche dettate evidentemente da un approccio omofobo e intollerante che invece di valorizzare la bella esperienza della Friendly Versilia, cercano in ogni modo di ostacolarne le attività con cavilli e ordinanze che colpiscono i locali, gli imprenditori ed i loro visitatori.

Come scritto da Arcigay in un proprio comunicato, “perchè generare tante inutili tensioni, fraintendimenti, livori, senso di ingiustizia e dare così l’impressione di voler sfigurare il volto amico verso le persone lgbt che tutti pensavamo di dover riconoscere nell’Amministrazione viareggina?”

A Torre del Lago ormai da 12 un gruppetto di imprenditori, in gran parte provenienti dal movimento lgbt, ma anche moltissimi imprenditori del luogo e loro associazioni hanno lottato per mettere su quell’esperienza chiamata Friendly Versilia, che negli anni ha attratto migliaia di turisti da ogni angolo di Europa, promosso, con l’aiuto delle istituzioni locali locali questa destinazione per il turismo gay, reso viva una Marina che prima era degradata, portato ospiti di fama internazionale, fatto battaglie determinanti per la piena inclusione sociale delle persone lgbt.

Ci uniamo al coro di chi chiede all’amministrazione viareggina di rivedere le proprie posizioni: in una Regione che negli anni ha legiferato e fatto scelte ben diverse sull’integrazione e la libertà dei propri cittadini e dei propri visitatori, con la collaborazione di imprese del turismo illuminate ed intelligenti, il Sindaco di una località così attrattiva e bella come Viareggio è chiamato ad un atto di coraggio e di apertura, per dimostrare con fatti le dichiarazioni ostentate di non essere contrario all’offerta turistica lgbt a Torre del Lago…

E, per buttare il cuore contro l’ostacolo, come Giovani Democratici della Toscana facciamo anche un appello perché il Comune approvi, come in moltissimi altri Comuni toscani, una mozione in cui si prende chiaramente posizione contro omofobia e transfobia: verba volant, scripta manent!

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0